Archivio mensile:Maggio 2006

Probabile tour 2006

In base ad alcuni articoli pubblicati su Internet, sembra che Mike parteciperà all’edizione di quest’anno di “Nokia Night Of The Proms“, che è una specie di tour in alcune città tedesche, belghe e olandesi. La caratteristica di questi spettacoli, che si svolgono da oltre 20 anni e che hanno ospitato artisti come Simple Minds, Sting, Bryan Ferry, Alan Parsons, Deborah Harry (Blondie) e John Miles, è che i brani interpretati devono essere rigorosamente orchestrali perché i partecipanti sono accompagnati da una grande orchestra. La notizia non è ancora confermata, ma l’evento dovrebbe svolgersi tra ottobre e dicembre di quest’anno.

Aggiornamento del 24/05/2006
La notizia sulla partecipazione di Mike a “Nokia Night Of The Proms” è stata confermata da un messaggio sul suo sito ufficiale.
La traduzione approssimativa del messaggio:
Sono molto contento di annunciare che ho appena accettato di partecipare al tour “Nokia Night of The Proms”, a dicembre 2006, in Germania. La qualità dello spettacolo sarà straordinaria, non solo come esibizioni, suono, luci e produzione, ma anche come atmosfera. Sarà per me un grande privilegio lavorare insieme ai musicisti, lo staff e gli organizzatori di questo spettacolo. Sono quasi sette anni che manco dal palco scenico ! Spero che riuscirete ad attendere. Tante belle cose ! Mike

Per l’acquisto on-line dei biglietti raccomandiamo i seguenti siti: TicketCenter e Tixedia
e per chi preferisse Monaco perché più vicino all’Italia, Muenchenticket.
Il costo del biglietto varia dai 35 ai 66 Euro.
ATTENZIONE! Alcune date hanno esaurito (“unbestuhlt” in tedesco) i posti a sedere…

Intervista su “Guitar and Bass”

Un’interessante articolo di 4 pagine, firmato da Michael Heatley e intitolato “Once upon a Chime” è stato pubblicato questo mese sulla rivista britannica “Guitar and Bass”. Contiene alcune foto delle chitarre appena vendute da Mike attraverso il sito Chandler Guitars, spiega il motivo che lo ha spinto a venderle e descrive con particolari inediti il cammino musicale di Mike.
Riassumendo, Mike dichiara: di aver venduto le chitarre perché durante gli anni il loro suono non è più affidabile; di aver smarrito il suo percorso musicale con QE2 e di aver messo la sua carriera nelle mani del produttore dei Genesis, David Hentschel; che non gli piace lavorare con i cantanti perché trova difficile insegnare loro come eseguire le sue canzoni e che preferisce i brani strumentali; che Amarok è un lavoro eccezionale che non può essere descritto; pensa che cantare in Heaven’s Open fu da parte sua uno sforzo disperato in seguito a delle lezioni di canto e che oggi farebbe tutto con il computer; che Heaven’s Open fu il brano che diede una grande carica al pilota Jacques Villeneuve nell’anno in cui vinse il campionato di Formula 1; che Tubular Bells 3 faceva parte del contratto con la Warner; che il Millenium Bell è l’unico album che piace a suo padre; che Light+Shade è un lavoro di sperimentazione dei plug-in software e lo considera un’accettabile sperimento musicale.

Grazie a Yannick Dély, possiamo condividere l’articolo originale:

Fender Telecaster 1967

Su e-Bay Germania è stata messa in vendita la prima chitarra elettrica di Mike: la Fender Telecaster del 1967 appartenuta a Marc Bolan e l’unica chitarra elettrica usata nella realizzazione di Tubular Bells. Inizialmente era bianca ma è poi stata scartavetrata e riportata al legno originale. Il pickup centrale è un Bill Lawrence, aggiustato e montato da Mike Oldfield e suo padre nella loro casetta da giardino “.

Nota: In realtà, la tastiera della chitarra è stata datata Novembre 1965, anche se Mike si ricorda di averla acquistata nel ’67 o nel ’68.

E’ la stessa chitarra messa in vendita a febbraio sul sito “Chandler Guitars” e l’unica ancora non venduta. La chitarra è accompagnata da una lettera di autenticazione firmata da Mike. L’asta finisce l’8 Maggio.

fendertelecaster67

AGGIORNAMENTO: La chitarra è stata acquistata da Keith Smart, musicista e sostenitore di SANE (centro di igiene mentale per ragazzi), il quale fu entusiasta a sapere che i soldi da lui pagati sono andati in beneficenza alla stessa struttura.

Dettagli sul sito di Keith Smart

AGGIORNAMENTO del 3/10/2013
Keith Smart è stato invitato all’esposizione “Virgin 40” ad esibire la chitarra che ha fatto la fortuna della Virgin. Sul suo sito ufficiale ci sono alcune foto a testimoniarlo.